Gli anni Ottanta: le crocchette di tonno

Dovevo metterci due foglie di prezzemolo

Dovevo metterci due foglie di prezzemolo

Questa ricetta così anni Ottanta viene direttamente dal ricettario casalingo della Fiore, che è quella del tiramisù. Che poi sarebbe mia madre.

Saranno una banalità, ma c’è gente che sta in Francia e, quando vado a trovarla, mi chiede di portare le crocchette di tonno della Fiore, per dire. C’è gente che anela questa ricetta da anni, e non perde occasione per ricordarmelo. Insomma, creano dipendenza. In Spagna, poi, sono praticamente un piatto nazionale (anche se la ricetta non è proprio uguale).

Per renderle più contemporanee, potreste farle più piccine, tonde, infilzarle su uno stuzzicadenti con un nodo a un’estremità e dire che è finger food. Oppure, se siete persone che – come noi Intolleranti – badano alla sostanza, fatele con una forma approssimativa, servitele su un piatto decorato con roselline stinte e metteteci sopra due inutili foglioline di prezzemolo, che fanno tanto anni Ottanta. Ma soprattutto, fatene tante. Non avanzeranno.

PS: siamo Intolleranti a chi è irrispettoso, a tutti i livelli. Il tonno è un pesce che non dovremmo mangiare troppo spesso, per diverse ragioni, quindi siate attenti a quello che comprate!

Cosa vi serve 

250 ml di latte

50 g di farina

40 g di burro

2 uova

250 g circa di tonno in scatola responsabile

50 g di parmigiano grattugiato

noce moscata

farina e pangrattato q.b. a impanare le crocchette

olio di oliva per friggere

1 limone

Come si fa

Fate una besciamella bella densa. Come? Come insegna il Cucchiaio d’Argento (ma con le dosi della Fiore, che deve venire tosta):

In un pentolino lasciate fondere il burro a fuoco moderato; unite la farina mescolando con la frusta. Quindi versate il latte freddo tutto in una volta continuando a mescolare finché inizia a bollire. Salate, diminuite l’intensità della fiamma e cuocete per almeno venti minuti coperto e mescolando di tanto in tanto: la besciamella non deve assolutamente “sapere” di farina. Togliete dal fuoco, regolate se occorre il sale e, volendo, insaporite con un pizzico di noce moscata oppure di pepe. Se la besciamella fosse venuta troppo liquida, ponete sul fuoco aggiungendo una noce di burro infarinata.

Ok, torniamo alle crocchette.

Prendete il vostro tonno responsabile, scolatelo e sbriciolatelo, poi unitelo alla besciamella. Aggiungete il parmigiano e mescolate.

A questo punto prendete una piccola quantità di composto e fatene una polpetta. Infarinatela, passatela nelle uova che avrete sbattuto leggermente e appena salato e poi nel pangrattato. Fate lo stesso con il resto del composto.

Friggetele nell’olio caldo, poche per volta, e mettetele su della carta assorbente.

Servitele con fettine di limone e – rigorosamente! – con dell’inutile prezzemolo, non come quella disgraziata che sta scrivendo il post.

Bratinez

Oh, it's so 2014!

Oh, it’s so 2014!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: