Not a seafood chowder

Improvvisescion

Questo NON è quello che mangerete. This is Improvvisescion.

Un giorno di un po’ di tempo fa mi sono svegliata con il desiderio di una zuppetta thai. Sì, certo, qui in Brianza non è proprio comodo trovare il lemongrass, ma potevo farcela. Sta di fatto che invece non ho trovato manco la metà di quello che cercavo. Allora decido di convertire la zuppetta thai in una seafood chowder, trovata sempre sul libro di ricette irlandesi, quello del porridge. Insomma, questo:

WP_20140124_008

In realtà non è venuta fuori proprio come quella del libro perché, come al solito, ho improvvisato. Che, come avrete capito, c’è dell’anarchia in me, almeno al momento di mettermi ai fornelli.

Però, siccome ho a cuore la vostra alimentazione… no, non è vero, non me ne frega nulla. Ma mi sento generosa e vi metto la versione originale della seafood chowder direttamente dal mio libretto irlandese, che è molto meglio di quella che ho improvvisato io. Sono anche onesta. Che bella persona sono. (Gli spagnoli direbbero “parece que no tengas abuelos“).

SEAFOOD CHOWDER – the Irish version

Cosa vi serve per 6 persone

1 cucchiaio di burro o olio di oliva (circa 15 g)

110 g di pancetta o bacon finemente tritato (loro parlano di streaky bacon, guardate qui)

225 g di cipolle, tritate

2 foglie d’alloro

450 g di patate farinose, pelate e fatte a cubetti

500 ml di brodo di pesce

300 ml di latte (anche atipico per noi intolleranti)

700 g filetti di pesce a pezzi (loro usano una varietà da noi poco diffusa, di cui l’unico mediterraneo è il pesce specchio; consiglio un pesce a polpa bianca che troviate facilmente e costi poco)

90 g di filetti di una varietà qualsiasi di merluzzo

150 ml di panna da cucina (anche vegetale)

700 g tra cozze, vongole, molluschi a vostra scelta, cotti e privati della conchiglia

225 g tra scampi, gamberi, capesante, cotti e privati del carapace o della conchiglia

tanto prezzemolo tritato

sale, pepe

Come si fa

Fate sciogliere il burro in una pentola capiente e fateci cuocere il bacon finché non diventa croccante. E le coronarie già ve ne sono grate. Aggiungete la cipolla tritata e fate cuocere finché non diventa trasparente (non fatela bruciare, dai).

Aggiungete le patate a cubetti, il brodo di pesce e il latte e lasciate sobbollire fino a che le patate saranno morbide: se queste stronzette non si saranno disfatte da sole (l’obiettivo è ispessire il brodo), potete schiacciarle con una forchetta.

Buttate dentro il pesce fatto a pezzi (sia quello a vostra scelta che il merluzzo) e lasciate andare per 2-3 minuti.

Versate la panna e fate cuocere 30 secondi, prima di aggiungere i molluschi e i crostacei.

Lasciate che riprenda il bollore e togliete la pentola dal fuoco. Assaggiate per vedere com’è di sale, potrebbe andar bene così vista la quantità di ingredienti sapidi. Se però vi volete ipertesi, potete metterne ancora un po’. Spolverate con pepe macinato al momento (non quella specie di polvere insapore che vendono già pronta, su) e prezzemolo tritato.

***

Cosa ho fatto di diverso? Non ho messo la panna, ho usato solo pesce bianco e niente molluschi/crostacei, ho dimenticato l’alloro, ho aggiunto carote ed erbette. Insomma, un’altra ricetta. Non che fosse cattiva, ma non meritava di certo un post, mentre questa sì. Fatela, prima che la primavera ci porti verdurine verdine croccantine e il mondo diventi color pastello.

Bratinez

Annunci

4 pensieri su “Not a seafood chowder

  1. Senza peperoncino non è thai! 🙂
    Comunque la lemongrass sarebbe la citronella (qua a singapore la uso e mi piace perché posso dare il sapore di limone al latte senza che faccia la schiuma)… se non la trovi puoi buttarci dentro uno zampirone!

    • Eh, no, infatti, ‘sta cosa non è thai, non è irlandese, non è proprio una cippa. Anche se mi insegni che ogni cosa che è dentro il frigo è buona e si può aggiungere a una ricetta, voglio darti ulteriore fiducia e la prossima volta metterò lo zampirone. Così, che fa tanto esotico 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: