Schiacciata alla fiorentina: no hay que llorar, que la vida es un carnaval

Niente, è arrivato quel momento dell’anno in cui siam tutti autorizzati a vestirci da pirla. Non mi riferisco alla penosa Milano Fashion Week 2014 e alla sua fauna di sgallettate intente a vagare per la città con le gallette di riso nella valigia Hermès da 1500 euro cucita in Cina da qualche bambino più denutrito di loro, eh, ma al carnevale.
Mai piaciuto un granché, sinceramente.

Dolci a parte.

Col fatto che sono un’insalata mista di tradizioni regionali cresciuta al Centro e trapiantata nel bel nord meneghino, da 10 anni (mioddio, due lustri) mi concedo di celebrare quest’occorrenza di cui ben poco mi frega in due salse diverse: carnevale romano o carnevale ambrosiano? Tutti e due, grazie. Sabato scorso mi sono data alle frittelle lombarde (ho trovato la ricetta perfetta per dei tortelli leggerissimi, scusate la rima, e spero di avere tempo e modo di passarvela), mentre domenica con la scusa di smaltire un esubero di panna montata ho messo insieme un dolce semplice e stupendo, che si fa in venti minuti scarsi sporcando una ciotola, una frusta e un cucchiaio senza neanche tirar fuori una bilancia da cucina. Trattasi di schiacciata alla fiorentina: la ricetta tradizionale prevede una lavorazione in planetaria, l’impiego dello strutto e una lunghissima lievitazione con lievito di birra, ma nella mia gioiosa infanziadolescenza toscana ho sempre mangiato e apprezzato questa versione, che vi consiglio caldamente.

Beninteso, nessuno vi vieta di prepararla anche fuori dal Carnevale. Se non avete toscani rompiballepignoli in casa, sentitevi liberi di metterla in tavola quando vi pare e piace.

Ma bando alle ciance. Ricetta, diobonino, ricetta!

 

SCHIACCIATA ALLA FIORENTINA

westayindoors

Cosa vi serve

farina 00, 13 cucchiai (da tavola, niente misurini mmeregani)

zucchero, 8 cucchiai

latte, 9 cucchiai

olio d’oliva extravergine, 7 cucchiai

un’arancia molto grande (non trattata): succo e scorza

lievito per dolci, 1 cucchiaino e mezzo (circa mezza bustina)

estratto di vaniglia, un cucchiaino (o i semini di mezza bacca di vaniglia. Sennò omettetela, la vanillina fa schifo)

cannella in polvere, un pizzico

noce moscata, uno spolvero

sale, un pizzico

Per guarnire

zucchero a velo

cacao

uno stencil fai da te creato ritagliando questa sagoma da un foglio di carta

panna montata zuccherata a piacere

Come si fa

Imburrate e infarinate uno stampo RIGOROSAMENTE rettangolare (20 x 26 cm circa) o quadrato (22 x 22 circa, verrà un poco più alta del dovuto ma che v’importa?) e preriscaldate il forno a 180°.
Sbattete brevemente le uova con lo zucchero e la scorza grattugiata dell’arancia. Aggiungete all’impasto il succo del Sacro Frutto Siciliano e la farina; successivamente incorporate l’olio, il latte, il lievito ben setacciato e gli aromi. Versate nello stampo. Cuocete fino a doratura, per circa 20/25 minuti massimo: quando il dolce sarà pronto, uno stecchino infilzato al centro della torta ne uscirà asciutto.

Sformate la schiacciata e lasciatela raffreddare su una gratella. Nel frattempo stampate su un foglio il Dorato giglio di Firenze e divertitevi a ritagliarlo come dei bambini dell’asilo e, se vi va, montate a neve fermissima circa 200 ml di panna zuccherandola a piacere. Quando il dolce è freddo, tagliatelo a metà con un coltello affilatissimo e farcitelo (sempre se vi va, eh, la schiacciata è ottima anche nuda e cruda).

A questo punto parte la fase Art Attack. Spolverate bene la torta con lo zucchero a velo, posizionateci sopra il vostro stencil casalingo e spolverate con attenzione il giglio con il cacao. Sollevate il foglio delicatamente, con mano ferma, ammirate la vostra opera e dimenticatevi un po’ di consonanti.

Maledetti toscani.

Caccivia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: