Sunday morning: il porridge

Goodmorning Ireland

Goodmorning Ireland

Se avete letto almeno un libro ambientato in Gran Bretagna in cui a un certo punto qualcuno faceva colazione, di certo avrete sentito nominare il porridge. Per la sottoscritta era un ricordo lontano, lasciato dentro “Il giardino segreto” e di cui mi ero disinteressata a lungo. Finché un paio di anni fa, complice un viaggetto in Irlanda, mentre il consorte affrontava senza timore  il full irish breakfast (e alle ore 11 stramazzava al suolo al grido di “Un fegato, il mio regno per un fegato nuovo!”), mi sono buttata su questa pappetta di avena e, per non farmi mancare niente, scones, marmellata fatta in casa e caffè lungo.

Probabilmente molti storceranno il naso all’idea di mangiare una specie di polentina di avena per colazione, ma ci vuole meno di niente a farla, scalda stomaco e cuore e la si può personalizzare per renderla dolce o salata. Insomma, una base versatile. Senza contare che pare che l’avena sia un alimento super sano e nutriente che andrebbe consumato con maggiore frequenza. Poi, certo, se vi fate il porridge tutte le mattine ma a pranzo vi ammazzate di McDonald, mi sa che serve a poco. Vabbè, fate voi.

La ricetta che vi do è quella contenuta in un libretto sulla cucina irlandese acquistato in occasione del viaggio di cui sopra, quindi non garantisco sull’autenticità o sul fatto che le dosi siano le medesime in tutto il mondo anglosassone. E quindi non sfracassatemi con “Ma la mia prozia Adalgisa che una volta è stata a Londra dice che si fa diversa”.

Cosa vi serve (a persona)

40 g / mezza cup di fiocchi d’avena

375 ml / 1 cup e mezza di acqua o latte (anche vegetale, magari d’avena, colleghi intolleranti)

Come si fa

Due metodi: sui fornelli o al microonde.

1) Mettete i fiocchi d’avena e l’acqua (o il latte, o un misto dei due) in un pentolino. Accendete e portate a ebollizione. Fate sobbollire per 6 minuti circa, mescolando. Servite caldo, con panna e miele o con una composta di frutta.

2) Mettete i fiocchi d’avena e l’acqua (o il latte, o un misto dei due) in un pentolino (che vada nel microonde, obviously). Mescolate. Cuocete a 600 watt per 3 minuti e mezzo oppure a 800 watt per 2 minuti e mezzo. A metà cottura aprite e date una mescolata. Lasciate riposare un paio di minuti prima di servire, con panna e miele o con una composta di frutta.

Attenzione: se ne preparate il doppio come quantità, occorrerà il doppio del tempo.

Nella foto vedete la mia versione, senza panna né miele ma fatta con il latte d’avena e con un cucchiaio di marmellata di ribes rossi. Altre volte ci ho messo cannella e composta di mele, marmellata di pesche scaldata con qualche aghetto di rosmarino, banane a fettine e scaglie di cioccolato. Perché so’ una signora.

Bratinez

Annunci

2 pensieri su “Sunday morning: il porridge

  1. Pingback: Not a seafood chowder | LE INTOLLERANTI

  2. Pingback: Truly madly deeply: Premio curiosità is on the table | Ufficio di Coccolamento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: