Cutiscia – la frittella alle mele

Cutiscia_2

Come già ricordato più volte, non ho sempre vissuto in Brianza. Eppure ho sempre mangiato un dolce tipico della Brianza, senza saperlo. Sarà forse perché esiste tipo in metà dei paesi del mondo, con nomi diversi? Chi può dirlo? Mistero. Sta di fatto che i brianzoli parlano della cutiscia come del loro dessert tradizionale (sì, sono convinti di aver inventato tutto loro… in questo mi ricordano gli spagnoli) ma, andando a cercare qua e là si scopre che questa rarità esiste – tra l’altro – in molte zone della Lombardia con il nome di paradell o marendit.

Trattasi in sostanza di frittella. Servita un tempo ai bambini per merenda, può essere liscia oppure, come in quella che mi sono fatta oggi e che ho visto preparare, con le mele. Semplice, infallibile, buona. Alla ricetta originale ho voluto aggiungere la cannella, ma voi potete farne a meno.

Sto seriamente dandovi la ricetta di una frittella di mele? Allora, facciamo così: immaginate di svegliarvi una domenica mattina d’inverno, fuori c’è la neve e voi non avete impegni. Vi trascinate fuori dal letto, mettete uno di quei grossi maglioni da casa, fate la pipì e vi lavate le mani (l’igiene prima di tutto). Vi spostate in cucina e riempite la moka con lentezza, stropicciandovi gli occhi e sbadigliando. Avete tempo. Non dovete mangiare i cereali a secco mentre vi scapicollate dalle scale o la brioche al bar in un sol boccone (che rimarrà incastrato nel cardias almeno fino all’ora di pranzo). Vi guardate intorno e scoprite che siete stati così lungimiranti da comprare addirittura delle mele. Se guardate nel frigo, qualcuno avrà comprato una confezione di uova e, miracoli delle domeniche d’inverno, non sono scadute. Vi dite che è il momento di concedervi uno sfizio, un ricordo infantile. Sorriderete e comincerete a prepararvi una colazione sostanziosa come non fate da tempo. Poi la mangerete sul divano, con la coperta, davanti al vostro film preferito. E sarete delle persone più amabili.

Sentiamo, ancora vi lagnate perché vi do la ricetta delle frittelle? Ah, ecco.

Cosa vi serve

Farina 00 (ma anche altro tipo) 200 g

Uova medie 3

Lievito in polvere 1 cucchiaino

La scorza e il succo di un limone

Zucchero (meglio se di canna) 2 cucchiai

Latte (senza lattosio o normale per voi normali) 180 ml

Mele (a me piacciono le Pink Lady) 3

Cannella

Sale q.b.

Una noce di burro

Come si fa

In una ciotola unite la farina, le uova, il lievito, la scorza di limone e un pizzico di sale. Sbattete e unite progressivamente il latte, in modo da formare una pastella liscia (per evitare i grumi usate una frusta e andate per gradi, senza sbattere tutto in una volta). Lasciate riposare per qualche minuto, facciamo almeno un quarto d’ora. Potete andare a scegliere il film, intanto.

Nel frattempo affettate le mele, spruzzandole di succo di limone. Accendete il fuoco. In una padella mettete la noce di burro e, appena si scioglie, aggiungete le mele. Cospargetele di cannella (secondo il vostro gusto) e con 1 cucchiaio di zucchero, facendole ammorbidire per qualche minuto.

Versate la pastella sulle mele e fate cuocere finché la frittella non si rassoda. Cospargetela di zucchero e godetevi Il mio amico Mac.

Bratinez

Cutiscia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: