Stinco alla birra

Noi Intolleranti siamo femmine, ma amiamo i cibi maschi. Quello che state per leggere è un post ad alto tasso di testosterone.

2013-09-16 19.10.10

Cosa vi serve (per 4)

2 stinchi di maiale o 1 di vitello, a seconda di quanto volete spendere

33 cl di birra scura (stout tipo Guinness)

2 spicchi d’aglio

2 rametti di rosmarino

olio

sale grosso

pepe

Come si fa

Prendete lo stinco dell’animale che preferite e mettetelo in una pirofila dotata di coperchio e che va in forno (ah, accendetelo a 180°C!), leggermente unta d’olio.

Mettete in una delle vostre muscolosissime e villose mani un pugnetto di sale grosso, pepe e gli aghi del rosmarino e iniziate a massaggiare lo stinco, lo dovete impregnare di sapore.

Prendete gli spicchi d’aglio e schiacciateli sotto il lato piatto di un coltello. Il coltello che vi portate nei boschi per scuoiare scoiattolini va benissimo.

Il vostro stinco è lì nella pirofila, morbido, aspetta solo l’aglio: buttatecelo. Buttateci pure un altro paio di cucchiai d’olio.

Fate un fuoco con dei ciocchi che trovate nella foresta, oppure accendete il gas. Mettete la pirofila sul fuoco e fate rosolare il vostro stinco su tutti i lati.

Quando è bel colorito e sigillato, versate la birra stout che avete scelto, va bene la Guinness o altra (io per dire avevo questa):

2013-09-16 19.09.17

Non temete, ce n’è ancora di birra in casa, guardate bene!

Ora che siete più tranquilli, tornate a guardare la vostra pirofila. Oh, la birra sobbolle! Lasciatela ridurre un  po’, che glassi il vostro stinco.

Ok, sono passati circa cinque minuti: spegnete il fuoco, mettete il coperchio e infilate in quella caverna calda e accogliente che è il vostro forno.

Ora dimenticate lo stinco per un’ora e mezza. Potete andare a spaccare la legna o a lottare nel fiume con un orso. O a pettinarvi la barba.

Tornate allo stinco, tiratelo fuori, cercate di non ustionarvi. Giratelo, cercate di estrarre il midollo e shpalmatelo sullo stinco. Raccogliete il fondo di birra e versatelo sopra. Trattenete l’orgasmo che sta per arrivare e rimettete lo stinco nel forno, sempre coperto.

Andate a farvi un iron man e tornate dopo un’altra ora e mezza.

Sì, in totale lo stinco deve stare nel forno per 3 ore, bravi, siete anche intelligentissimi oltre che molto maschi.

Nell’ultimo quarto d’ora potete scoperchiarlo, per farlo abbronzare per bene.

Poi afferratelo come farebbe il vostro antenato Obelix, addentatelo e godete, mentre vi tracannate un bel birrune ghiacciato.

Allora, che ve ne pare?

2013-09-16 20.16.19

Bratinez

Annunci

3 pensieri su “Stinco alla birra

  1. Pingback: Per rinfrancar lo spirito | LE INTOLLERANTI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: