Il tiramisù della Fiore

La cucina della mamma non si contesta, è e basta. Su questo mi sento piuttosto nazionalpopolare.

Sulla ricetta del tiramisù, poi, sono proprio intollerante, quella giusta è quella che vi sto per dare, non me ne frega niente se vostro cugino ci mette dentro il frutto della passione candito (vorrei proprio vederlo) o un tipo di biscotto uzbeco che assorbe il caffè come lui nessuno mai. Non voglio nemmeno sentire parlare di ricotta o di biscottini della provincia della bassa lombarda come sostituti all’altezza, sia chiaro, mi si accappona la pelle solo all’idea.

Il tiramisù della Fiore è un successo garantito, quindi cominciate a segnarvi sulla lista della spesa gli ingredienti.

Cosa vi serve (per 4 persone – secondo mia mamma)

4 uova

400 g di mascarpone

2 cucchiai di Marsala

5 cucchiai di zucchero

300 g di savoiardi

250 ml di caffè leggero

cacao amaro q.b.

Come si fa

Mettere in una terrina i soli tuorli, unite i 5 cucchiai di zucchero e montateli fino a che diventeranno gonfi e spumosi e, assaggiandoli, non si sentiranno i granelli di zucchero.

2013-09-06 19.52.03

Incorporate a cucchiaiate il mascarpone e mescolate fino a quando gli ingredienti saranno ben amalgamati. Dopodiché unite il Marsala e mescolate ancora. E spendetele due lire due per il Marsala.

2013-09-06 20.04.11

Montate a neve un po’ meno della metà degli albumi rimasti e, con la massima delicatezza, quasi si trattasse di cullare il vostro pargolo, uniteli alla crema, mescolando piano dal basso verso l’alto.

2013-09-06 20.10.23

Mettete il caffè in una grande terrina, diluitelo con un bicchiere scarso d’acqua e zuccheratelo a gusto (ma comunque moderatamente, oppure anche per nulla).

2013-09-06 20.18.27

Prendete un savoiardo degno di questo nome per volta e immergetelo nel caffè per mezzo secondo per lato, strizzatelo leggermente e sistematelo in un recipiente di vetro o ceramica. Procedendo allo stesso modo, ricoprite il fondo del recipiente con i biscotti, poi fatevi sopra uno strato di crema ben compatto. Fate un secondo strato di biscotti, ancora uno di crema, uno di biscotti e finite con la crema (vabbè, fatene quanti ce ne stanno nel vostro contenitore).

2013-09-06 20.23.09

Tenetelo in frigo fino al momento di servire: a quel punto cospargete la superficie del tiramisù con il cacao amaro, passandolo attraverso un setaccio. Se lo fate prima si inzupperà di crema e farà schifo. Ovviamente, non ho fatto in tempo a fare una foto al tiramisù una volta porzionato.

2013-09-06 20.33.34

Godetevi gli applausi.

Bratinez

Annunci

Un pensiero su “Il tiramisù della Fiore

  1. Pingback: Gli anni Ottanta: le crocchette di tonno | LE INTOLLERANTI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: